Associazione Vivi Valdarbia 348 3019131 info@vivivaldarbia.com www.vivivaldarbia.com

Servizi per l’infanzia: A Monteroni d’Arbia arriva il coordinatore pedagogico

Postato Da admin / agosto 4, 2015 / Notizie e territorio / 0 Commenti

Il comune di Monteroni d’Arbia si è dotato della figura di coordinamento nei servizi educativi da 0 a 6 anni

Una figura professionale che coordini i servizi all’infanzia dagli zero ai sei anni. È questo il compito del nuovo coordinatore pedagogico che il Comune di Monteroni d’Arbia ha nominato, a seguito di una selezione, individuando la dottoressa Giulia Clemente.

“Uno degli impegni – spiega il sindaco di Monteroni Gabriele Berni – che ci eravamo posti già in campagna elettorale, più di un anno fa, era quello di istituire un sistema integrato di nidi e materne, mettendo in rete i nostri servizi educativi. La nomina del coordinatore, richiesta anche dalle legge regionale, è un primo ed importante passo in questa direzione”.

Il nuovo coordinatore pedagogico è una figura istituita per promuovere la qualità dei servizi e soprattutto per fare da cerniera tra coloro che gestiscono il servizio e chi lo eroga tendendo a promuovere la continuità educativa nell’ottica 0-6 anni.

“In un comune come il nostro – continua l’assessore all’Istruzione Giulia Timitilli – una figura di questo tipo è fondamentale proprio perché possiamo ancora vantare la presenza di una scuola materna comunale. Il compito di messa a rete dei servizi è proprio quella di armonizzare i percorsi formativi ed educativi anche tra i diversi livelli scolastici e su questo abbiamo raggiunto buoni risultati con l’idea di mantenere alta la qualità dei servizi alla quale puntiamo e che pretendiamo quando parliamo di bambini e bambine, famiglie e di tutti i loro diritti”.

Il coordinatore pedagogico è una figura prevista dalla normativa regionale e per la prima volta il comune di Monteroni ha deciso di dotarsene con l’obiettivo di curare le relazioni tra educatori, asilo, altre istituzioni per l’infanzia del territorio sia pubbliche che private ed istituzioni pubbliche, anche per la programmazione annuale delle attività con i bambini e promuovere la formazione per tutte le persone che operano nei contesti educativi. Per la legge il coordinatore pedagogico deve quindi possedere competenze pedagogiche, organizzative e gestionali.

Commenti

Nessun commento

Lascia una risposta

La tua mail non ara mai pubblicata o condivisa. I campi richiesti sono obbligatori *